Grazie alla Delegazione FAI di Torino, l’associazione Culturale Sguardo Nel Verde propone ai propri soci una giornata per giardini nel Pinerolese, organizzata dal FAI ed aperta per l’occasione anche ai nostri soci.

Di seguito il comunicato stampa dell’iniziativa e tutte le informazioni per partecipare.

 

FAI DELEGAZIONE DI TORINO – GIRO DI 4 GIARDINI PRIVATI NEL PINEROLESE CON PICNIC AL CASTELLO DI MARCHIERU’

 

Dopo il successo della visita di quattro giardini privati proposta due primavere fa, quest’anno andremo alla scoperta di altri luoghi in cui l’amore di appassionati “giardinieri” hanno saputo creare luoghi di incontaminata bellezza.

Per chi non desiderasse usare la propria auto è previsto il trasporto in  autobus, con partenza come segue:

ore 9,00   da Piazza Vittorio

ore 9,15    da Corso Stati Uniti

Visiteremo:

  • H 10.00“Le ortensie di Carlotta”, Via Ciochino, 17 –  Pinerolo

E’ un villa situata sulla collina di Pinerolo, a pochi passi dalla Basilica di San Maurizio, circondata da un bellissimo giardino dominato da un imponente glicine-scultura,  curato personalmente dal padrone di casa. La villa  fu  costruita, tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800, su una delle  terrazze dell’antica cittadella fortificata  di Pinerolo, mentre il giardino di circa  3000 m2, fu verosimilmente realizzato  agli inizi del ‘900. Qui le ortensie la fanno da padrone: rosa e rosse, bianche, azzurre e malva, macrophylla e serrata, si intrufolano tra i panciotti azzimati dei bossi e dei tassi, si arrampicano sul declivio terrazzato, e si spingono sino al limite settentrionale della proprietà. Fra le tante riconosciamo: Hydrangea macrophylla ‘Libelle’, H. m.’Otaksa’, H. m. ‘Leuchtfeuer’, H. m. ‘Albrecthsburg’, H. m. ‘Europa’, H. m. ‘Möwe’.

 

  • H 11.30Hortvs Florae – Strada Alvaro 14, a Bricherasio , il giardino-atelier creato nel 1992 da Rosanna Castrini  come  sperimentazione ed esercizio della pratica orticola e  necessario completamento dell’ attività di landscape e garden designer. Ad oggi  sono oltre 1500 le specie qui ospitate e testate e, data la modesta ampiezza del terreno a disposizione, sono stati  sfruttati tutti i possibili accorgimenti progettuali per dilatarne otticamente le dimensioni.   L’intero giardino è curato esclusivamente dalla proprietaria, compreso il piccolo orto di circa 50 mq, con metodi rigorosamente eco-compatibili.
  • H 13.30 Picnic nel parco del castello di Marchierù, interamente circondato da  una cinta muraria. Nel parco, che già appare nelle carte catastali dell’800, esemplari interessanti di rose antiche arricchiscono le aiuole della collezione della Contessa, accompagnandosi a colorate piante erbacee annuali e perenni, bordure di convallaria e mughetti. Densi gelsomini con antichi glicini e caprifogli protendono i loro tralci lungo le facciate che cingono il cortile principale.

 

Nel pomeriggio:

  • H 15.00 Orto giardino “la Levrina”, Frazione San Giovanni, 29,  Villafranca Piemonte. E’ ’ questa una cascina che nel corso degli anni, a causa della diminuzione della manodopera famigliare, è passata da un indirizzo principalmente zootecnico (allevamento razza piemontese) ad uno pioppicolo/cerealicolo. Alcune aree dell’azienda vennero destinati a fini naturalistici decidendo di non rendere produttive alcune zone particolarmente umide.

Poco per volta le aree verdi attorno all’azienda sono state ampliate: prima il giardino all’interno del cortile, poi la zona a sud della casa, infine l’orto il roseto e il frutteto nella zona posteriore. Contemporaneamente si è proceduto al rimboschimento con piante autoctone del territorio: ontani, carpini, farnie.

 

  • H 16.30Parco del Torrione– Via Galoppatoio 20, Pinerolo.

Il complesso, oggi  di proprietà del Marchese Doria  Lamba, è  di origine medioevale. Nel seicento venne trasformato in villa di campagna con ampi giardini,  ingrandendosi man mano nel tempo sino a raggiungere agli inizi dell’ottocento la struttura attuale. Il disegno che  Kurten  sottoscrisse da Racconigi il 28 marzo 1835, oltre a darci una precisa idea dello sviluppo che avrebbe dovuto avere il parco, ci fornisce dati sulla stessa residenza che in quegli anni stava prendendo la forma definitiva.  Il disegno  del parco è improntato  al modello romantico di derivazione inglese, dove la natura è “ricreata” per esaltare i valori dell’ambiente, con coni visuali che si sviluppano tra i boschetti creati 180 anni fa attorno al grande prato antistante il palazzo, in cui pascola un bel gregge di pecore Texel.  Svettano grandi querce, tigli, ippocastani nani, platani, pini d’Austria, frassini, tuie, Gingko biloba, cipressi calvi, magnolie, pioppi, carpini, liriodendri, cedri del Libano, ed anche  Diospyros virginiana (kaki americani alti oltre 20 m), pini, cedri, abeti, criptomerie; e più recenti impianti di “restauro”, come agrifogli e bambù e – per dirla con Paolo Pejrone – le “leggere pennellate di bianchi gruppi di ortensie “Hydrangea arborescens ‘Annabelle” che vivacizzano le zone ombreggiate, mentre le H. ‘M.me Emile Mouillière’ arredano gli spazi più prossimi alla dimora.

 

Il parco  del Torrione fa parte dei  grandi giardini italiani.

 

Indicazioni per il parcheggio

  • “Villa le ortensie di Carlotta” Via Ciochino 17- Pinerolo
    Parcheggiare nella piazza vicina, piazzale San Maurizio (messa alle 10:30)
  • Hortus Florae” Strada Alvaro 14- Bricherasio
    Per il parcheggio, c’è la possibilità di sistemare le auto a fianco della casa senza ostruire la via (10 posti + 4 in cortile + eventuali altri 6 presso i vicini che sono sempre molto disponibili. Altrimenti fermarsi alla chiesetta del borgo dove c’è posto per una dozzina di macchine; la chiesetta del borgo dista 500 m dall’abitazione all’inizio di Strada Avaro.
  • Castello di Marchierù– Frazione San Giovanni 77 – Villafranca Piemonte
    Parcheggiare lungo la strada
  • Orto giardino “La Levrina” Frazione San Giovanni 29 – Villafranca Piemonte
    Parcheggiare lungo la strada
  • Parco del Torrione Via Galoppatoio 20 Pinerolo
    Parcheggiare lungo la strada vicino al cancello di ingresso della villa

QUOTA DI ISCRIZIONE ALLA GIORNTA : € 50 per persona, incluso picnic (+ € 30 se si prenota il trasporto con autobus privato)

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA (e pagamento anticipato) ALLA SEGRETERIA DEL FAI TORINO: Via Giovanni Giolitti, 19, 10121 Torino TO Telefono: 011 530979 torino@delegazionefai.fondoambiente.it

IMPORTANTE: al momento dell’iscrizione è necessario segnalare che si partecipa come soci dell’Associazione Culturale Sguardo Nel Verde

Vuoi saperne di più? Scrivici a redazione@sguardonelverde.com