APRILE 2014: GIARDINI HANBURY

Molti inglesi hanno creato giardini in Italia sulla riviera ligure, in quanto il clima mite permetteva di coltivare all’aperto piante che in Inghilterra non sarebbero sopravvissute. Alla Mortola il territorio è caratterizzato da calcari che rendono il terreno difficile compatto e facilmente erodibile dalle acque meteoriche e dai venti salmastri; certamente non adatto a specie come rododendri, azalee e camelie ma perfetto per molte altre specie esotiche.

La superficie di 18 ettari è occupata per metà da vegetazione spontanea tra cui Pinus halepensis, Pinus pinea, Taxus baccata e per metà da giardino coltivato. Un’innumerevole serie di piante provenienti da Australia, Stati Uniti, Cina, Giappone. Sud Africa, Messico.

Molte specie di succulente (Aloe, Agave, Euphorbia), rampicanti esotiche (Tecoma, Thunbergia, Solanum, Pandorea), alberi di Melaleuca, Eucalyptus, Brugmansia ; alberi da frutto da ogni parte del mondo (Pistacchio, Giuggiolo, Avocado, Banano, Eugenia, Psidium, Acca) Particolari varietà esotiche di arbusti di salvia, buddleja, teucrium, oltre che notevoli esemplari di Rosa banksiae. Papiri, palme.