L’Aronia melanocarpa è un arbusto che richiede poche cure e che ci attrae con la sua fioritura bianca in primavera, con i suoi frutti scuri  in estate e con il suo acceso fogliame in autunno.

 

Nome scientifico: Aronia melanocarpa

Nome comune: Aronia nera

Famiglia: Rosacae

Categoria: Arbusto deciduo

Origine: Asia

DESCRIZIONE

L’Aronia melanocarpa è un arbusto su cui cade l’occhio in più momenti durante l’anno: in primavera ci attrae con la sua equilibrata fioritura bianca, in estate con le sue bacche scure e in autunno con il suo fogliame che assume un’intensa colorazione rossa e arancione.

Si tratta di un arbusto compatto e poco ramificato, con foglie decidue piccole e rade, di color verde scuro in primavera. Alle infiorescenze bianche seguono in tarda estate le bacche di color blu scuro, dall’aspetto simile ai mirtilli, che troviamo ancora sulla pianta in autunno e che creano in quel periodo un bellissimo contrasto cromatico con il fogliame.

Ciclo di vita: Arbusto perenne spogliante

Portamento: Eretto o espanso ed ordinato

Altezza: Se lasciata indisturbata, può raggiungere i 3m di altezza e di larghezza che raggiunge dopo 8-10 anni dalla piantagione.

Fioritura: In maggio-giugno, fiori bianco-rosati a 5 petali, riuniti in mazzetti

CURIOSITA’

Le bacche di Aronia melanocarpa sono commestibili. Solitamente non vengono consumate fresche, bensì in forma degradata o di succo.

COLTIVAZIONE

Piantagione: Idealmente nel periodo autunnale

Esposizione: Pieno sole o mezz’ombra

Terreno/Terriccio: Qualsiasi tipo di terreno, leggermente sub-acido e drenante

Temperatura: Resiste bene sia ai geli sia ai caldi

Concimazione: Fertilizzazione organica durante l’inverno tutti gli anni o ogni due anni

Innaffiatura: Esigenza moderata e, se in piena terra, resiste a periodi siccitosi

Malattie: Nulla in particolare

Moltiplicazione: Per talea semiarbustiva a fine estate

Potatura: Rimuovere completamente i rami disordinati ed i rami vecchi in tarda estate, e spuntare al di sopra di nuove gemme a fine fioritura oppure, se interessa avere le bacche, in tardo autunno.

I NOSTRI CONSIGLI

Il nostro consiglio è quello di mantenere questo arbusto ad un’altezza di circa 1,5m e una larghezza di 1 – 1,2m tramite gli interventi di potatura. A queste dimensioni, l’Aronia melanocarpa dà il meglio di sè.

Usi in giardino/balcone: Grazie ai suoi molteplici elementi d’interesse si presta alla coltivazione come esemplare singolo, eventualmente anche in vaso. E’ molto adatta anche alle bordure miste, siepi miste e gruppi arbustivi misti.

Abbinamenti con altre piante: Alla base dell’Aronia si possono coltivare bulbi come crochi, scille e muscari oppure tappezzanti tra cui Ajuga reptans e Glechoma hederacea